I 10 peggiori fiori da giardino che possono essere pericolosi

Anche i fiori più delicati e belli possono contenere sostanze tossiche per l'uomo. Possono causare danni irreparabili alla salute e persino portare alla morte. Ecco perché è importante sapere quali fiori sul sito possono essere pericolosi.

Bucaneve

Snowdrop è riconosciuto dalla medicina ufficiale come pianta medicinale. Le persone hanno rifiutato il fiore a causa dell'alto rischio di avvelenamento.

Tutte le parti della pianta sono pericolose, è categoricamente impossibile usarlo nei tè e nelle collezioni. Poiché i bulbi da fiore contengono galantamina e licorina, vengono utilizzati attivamente nell'industria medica. I farmaci prodotti sono velenosi e venduti su prescrizione.

Mangiare bulbi, frutta e il resto del bucaneve può causare vertigini, bradicardia, nausea e vomito.

Ranuncolo

Tutte le parti del ranuncolo contengono protoanemonina. Questa sostanza tossica irrita le mucose ed eccita il sistema nervoso centrale. Una volta nel sangue in grandi quantità, può causare disturbi nel funzionamento dei reni, del cuore, del fegato e del tratto gastrointestinale.

Il succo di ranuncolo irrita gli occhi e brucia la cornea. L'inalazione del profumo del fiore può provocare tosse e lacrimazione. A contatto con la pelle, arrossamenti, vesciche e suppurazione.

La cecità notturna è particolarmente pericolosa per gli animali domestici. I cani hanno maggiori probabilità di essere colpiti dalle tossine.

mughetto

Tutte le parti della bellissima pianta sono velenose e contengono convallatossina. La maggior quantità di veleno si trova nelle bacche. Mangiarli può essere fatale. Per un bambino, solo 2-3 bacche possono diventare una dose letale.

I glicosidi del mughetto possono causare aritmie e interrompere la funzione cardiaca. Se entrano nel corpo, appariranno nausea e vomito gravi, possono verificarsi diarrea e convulsioni e una diminuzione della pressione sanguigna.

In caso di avvelenamento grave, la vittima può sperimentare allucinazioni e confusione.

Aconito

L'aconito (lottatore) è estremamente pericoloso e vietato per l'uso in medicina. Tutto in una pianta è tossico: dal polline alle radici. Contiene almeno 30 alcaloidi che agiscono sul sistema nervoso centrale, provocano convulsioni e paralisi respiratoria.

Il principale composto velenoso è l'aconitina, soprattutto nelle radici dell'aconito.

Per gli esseri umani, 2 grammi di qualsiasi parte della pianta sono letali. Quando si verifica avvelenamento, formicolio in bocca, dolore addominale, vomito, diarrea. Sono possibili intorpidimento di varie parti del corpo, sensazione di bruciore al petto, visione offuscata. Se una grande quantità di aconito entra nel corpo, la morte può verificarsi in 3-4 ore.

Per gli animali, il lottatore è anche un pericolo mortale.

Sambuco rosso

Tutte le parti dell'arbusto contengono glicosidi pericolosi e le bacche e le foglie del sambuco rosso contengono sambunigrina. Penetrando nell'esofago, è diviso in aldeide e acido cianidrico e provoca gravi avvelenamenti e disturbi al cervello.

A contatto con una pianta, anche le sostanze tossiche entrano nel corpo. Ci sono casi di avvelenamento con tinture medicinali di sambuco rosso.

Molto spesso, i bambini possono essere avvelenati con bacche attraenti.

20-30 minuti dopo che il sambuco è entrato nel corpo, possono comparire mal di testa, bradicardia, vomito e nausea, mal di gola. L'insufficienza cardiaca può essere fatale.

Digitale

Tutti i tipi di digitale (digitale) contengono lanatosidi e glicosidi complessi che interrompono il lavoro del cuore e hanno un effetto irritante locale.Le foglie della pianta sono le più velenose. La dose letale è superiore a 2,25 g.

In caso di avvelenamento, sono possibili un attacco di cuore (in un caso grave, arresto cardiaco), mal di testa, un calo della frequenza cardiaca, vomito e nausea, convulsioni e allucinazioni.

Il pericolo maggiore che la digitale rappresenta per i bambini e gli animali domestici.

Colchicum

I più velenosi sono i bulbi ei semi di colchico, contengono alcaloidi tossici: colchicina, colchamina, specosamina. Il più pericoloso di questi è la colchicina. Provoca un grave gonfiore delle mucose, riduce la produzione di insulina, colpisce i reni e il sistema nervoso centrale e ha un effetto abortivo. Non collassa durante il trattamento termico.

Una dose letale per un bambino può essere di 1,5 g di semi e per un adulto - 6 g. Spesso l'avvelenamento si verifica con tinture sui bulbi delle piante usati per l'automedicazione.

Pianta dell'olio di ricino

La pianta dell'olio di ricino, che adorna gli appezzamenti di coraggiosi giardinieri, è irta di pericoli mortali. Tutte le parti della pianta sono velenose, contengono l'alcaloide ricinina e la proteina ricina, che sono estremamente tossiche per l'uomo e gli animali.

Mangiare i semi provoca vomito, coliche e sanguinamento dello stomaco. La morte è possibile in 5-7 giorni. Per un bambino bastano 6-7 semi, per un adulto - circa 20.

La ricina distrugge irreversibilmente le proteine ​​dei tessuti umani e provoca danni irreparabili alla salute. Non esiste un antidoto efficace contro di esso.

Belladonna

La belladonna (belladonna) è una delle piante più velenose. Tutti i suoi organi sono tossici, ma le bacche sono le più pericolose. La belladonna contiene ossicumarine, atropina, cuskgigrin e scopoletina e può causare grave intossicazione.

In caso di avvelenamento, il respiro della vittima è disturbato, la frequenza cardiaca cambia, possono comparire convulsioni e allucinazioni. Nei primi minuti appare la bocca secca, la deglutizione e la parola sono difficili, le pupille si dilatano. La paralisi respiratoria e l'insufficienza vascolare possono essere fatali.

Lupo bast

Wolf bast (wolfberry) è incluso nell'elenco delle dieci piante più velenose in Russia. Contenute in tutte le sue parti, la resina di mesereina e il glicoside dafrina contribuiscono a emorragie rapide e indigestioni, irritazioni della pelle e vesciche.

Dopo aver mangiato le bacche della pianta, appare una sensazione di bruciore in bocca, sono possibili vomito, debolezza e convulsioni. La reazione del corpo può essere la più imprevedibile: da lievi vertigini alla morte. Per la morte di un adulto bastano 10-12 bacche.

Respirare il polline e la polvere dalla corteccia provoca anche emicranie e vertigini.

Aggiungi un commento

 

I campi richiesti sono contrassegnati *

Tutto su fiori e piante sul sito ea casa

© 2021 myflowers.desigusxpro.com/it/ |
L'uso dei materiali del sito è possibile a condizione che venga pubblicato un collegamento alla fonte.